Ripartiamo dal Turismo, ecco i voucher a fondo perduto per le imprese turistiche della provincia di Catanzaro

 

Il presidente della Camera di Commercio di Catanzaro Daniele Rossi e il segretario generale Stefania Celestino hanno presentato, questa mattina, il bando “Ripartiamo dal Turismo”, alla presenza dell’assessore regionale al Lavoro, Sviluppo Economico e Turismo Fausto Orsomarso, del presidente regionale di Federalberghi Fabrizio D’Agostino e del presidente di Unindustria Calabria Aldo Ferrara.

 

Dopo l’annuncio e la pubblicazione del bando, avvenuti agli inizi del mese di agosto, l’Ente camerale ha inteso approfondire in un incontro con la stampa i contenuti della misura per la quale i termini di presentazione delle domande decorreranno dalle ore 08:00 del prossimo 31 agosto: la misura prevede una dotazione di duecentocinquantamila euro di fondi camerali destinati a finanziare, attraverso voucher a fondo perduto del valore massimo unitario di cinquemila euro, l’acquisto di beni o servizi per le imprese del comparto turistico. Sono quindi ammissibili spese (anche già sostenute) relative alla messa in sicurezza dei luoghi, all’implementazione dei servizi, alla formazione, alla digitalizzazione, alla pubblicità. A beneficiare dello stanziamento potranno essere le Micro e le Piccole e Medie Imprese della provincia di Catanzaro operanti nel settore alberghiero, termale, congressuale, balneare e dei parchi divertimento.

 

«Oggi presentiamo uno strumento che abbiamo voluto fortemente e che abbiamo attivato grazie alle sole forse dell’Ente camerale. Nato di concerto con le associazioni di categoria e quindi con i diretti beneficiari dell’intervento, il bando “Ripartiamo dal Turismo” serve ad immettere liquidità nel circuito economico locale e al contempo a fornire uno sostegno diretto alle imprese di un comparto strategico per la provincia di Catanzaro e per la Calabria intera. Sono felice che accanto a me ci sia l’assessore Orsomarso che ho inteso invitare a partecipare all’incontro a testimonianza dell’importanza della sinergia operativa tra istituzioni intesa come meccanismo fondamentale per la creazione di una valida strategia per lo sviluppo economico e sociale del territorio», ha detto Rossi nel corso dell’incontro.

 

«È un bel segnale quello che la Camera di Commercio di Catanzaro ha inteso dare con lo stanziamento di fondi propri a sostegno delle imprese del settore turistico. Questa misura, come quelle fin qui messe in campo dalla Regione, servono a infondere fiducia nel comparto produttivo e a contribuire concretamente alla ripresa economica regionale. Ma la mia presenza qui è anche l’occasione per ribadire ancora una volta come questa giunta regionale abbia inteso cambiare approccio ai problemi, cambiare metodo concentrandosi sul confronto diretto, sull’apertura alla discussione e alla critica propositiva. C’è una nuova generazione di amministratori locali, di rappresentanti istituzionali, di rappresentanti di categoria che ha voglia di collaborare e di questo ne sono particolarmente felice: abbiamo certamente tanto terreno da recuperare, ma il lavoro svolto sin qui, pur tra le tante e imprevedibili difficoltà dovute all’emergenza sanitaria, dimostrano che ci sono i presupposti per ottenere risultati di rilievo», ha detto poi Orsomarso.

 

Fabrizio D’Agostino, nel suo intervento, si è detto «grato alla Camera di Commercio di Catanzaro per aver messo in campo risorse specificamente dedicate alle strutture alberghiere, dimostrando grande sensibilità e attenzione al comparto. Questa misura è uno strumento che possiamo sfruttare per programmare interventi significativi che abbiano un impatto sulla qualità dei servizi e delle strutture». D’Agostino si è poi soffermato su un piccolo bilancio della stagione turistica in Calabria: «Siamo a fine del mese di agosto e possiamo cominciare a tirare le somme di una stagione che intanto mi auguro possa proseguire ancora, ma che a maggio non sapevamo neanche se sarebbe partita. Le somme di questa stagione, allora, vanno tirate valutando da dove siamo partiti e direi che possiamo dirci moderatamente soddisfatti. Certo, in fase previsionale avevamo ipotizzato un aumento del 25% delle presenze sulla base dei contratti già chiusi per la nuova stagione e ovviamente l’emergenza sanitaria non ci ha portato a quei risultati, ma a consuntivo non possiamo comunque parlare affatto di stagione fallimentare».

 

“Riorganizzare o riconvertire e investire in formazione” è la ricetta suggerita da Unindustria Calabria attraverso le parole del presidente Ferrara: «Quello che abbiamo attraversato – e stiamo attraversando – è un momento di difficile interpretazione, quindi riuscire a mettere in campo strumenti che potessero rivelarsi utili era complicato: ma ci siamo messi in moto e grazie al lavoro di confronto e concertazione, oggi, affianco alle iniziative ad ampio raggio della Regione, c’è questo bando della Camera di Commercio di Catanzaro che risulta particolarmente importante per aiutare le imprese del settore turistico a ripensare alle proprie attività in epoca di emergenza sanitaria, le aiuta ad ampliare la propria offerta, a  migliorare i propri servizi o a investire in formazione. Si tratta di esigenze particolarmente stringenti nell’immediato ma anche per il futuro: dobbiamo infatti essere capaci di capire come far evolvere il turismo calabrese e quindi come sostenere riqualificazione e riorganizzazione in questo senso. Il Covid-19 ha “costretto” ad un turismo domestico, ma quando si tornerà alla normalità dovremo essere in grado di operare su un mercato altamente competitivo ed essere all’altezza della sfida. Il turismo è l’industria simbolo per la Calabria e mi auguro possa essere il motore trainante all’indomani di una crisi, la stessa crisi che vogliamo e possiamo vedere come un’opportunità di crescita e sviluppo».

 

Tutti i dettagli e i materiali relativi al bando “Ripartiamo dal Turismo” sono disponibili sul sito internet della Camera di Commercio di Catanzaro: www.cz.camcom.it, mentre le domande potranno essere presentate, esclusivamente per via telematica, attraverso la piattaforma di InfoCamere Webtelemaco a partire, come detto, dal prossimo 31 agosto.