Riparte il Magna Graecia, ma l’area del Film Festival è nel degrado

Michele Placido presidente di giuria

Il sindaco Sergio Abramo e l’assessore agli spettacoli Alessandra Lobello annunciano il consueto appuntamento estivo con il Magna Graecia Film Festival:

“Sarà ancora un’estate catanzarese all’insegna del Magna Graecia Film Festival, in programma dall’1 all’8 agosto prossimi, nell’area portuale di Catanzaro Lido.

 

Riparte il MGFF con la XVII edizione

Abramo e Lobello, dopo l’approvazione della proposta di compartecipazione all’evento da parte della giunta,  dichiarano “L’amministrazione comunale  ha voluto rinnovare il connubio che ormai lega in maniera indissolubile il nome della città alla rassegna cinematografica diretta da Gianvito Casadonte. Sarà un segnale importante di fiducia e di ripartenza anche per il mondo dello spettacolo che ha fortemente sofferto l’emergenza covid ed ha bisogno di riappropriarsi del proprio ruolo centrale sul territorio”.

 

Michele Placido presidente di giuria

“Il MGFF, tra gli eventi storicizzati riconosciuti a livello regionale e nazionale – continuano– è giunto quest’anno alla sua 17esima edizione e si appresta ancora una volta ad ospitare diverse personalità del mondo del cinema che offriranno la propria testimonianza in questo momento particolare. Il concorso dedicato alle opere prime e seconde, il cui presidente di giuria sarà il grande Michele Placido, è da sempre un palcoscenico importante per i giovani autori e, grazie al suo impatto mediatico, continuerà ad essere strumento prezioso di promozione e di indotto economico del territorio”.

 

Segnale di fiducia e di ripartenza del territorio

“Nonostante le forti limitazioni imposte dalla normativa anti-covid in termini di sicurezza pubblica – concludono Abramo e Lobello – siamo convinti che da Catanzaro possa partire un messaggio importante per il rilancio del territorio e per la valorizzazione della sua vocazione turistica”.

 

 

L’occasione per “dare un volto nuovo” all’area portuale

La XVII edizione del MGFF sarà l’occasione per ripristinare finalmente, o meglio tenere alta, l’immagine della zona portuale che fa da cornice al promenade del quartiere marinaro, ad oggi ridotta ad una simil-discarica con rifiuti in bellavista che vanno letteralmente a sfigurare “l’abbraccio mare-cielo”.

 

mgff

Chissà che l’evento di prossima programmazione sia la volta buona per risolvere questa faccenda.

Per la felicità dei residenti, dei pescatori. E dei turisti.

 

BC