Gagliano, “Lascia nù ditteriu: a Catanzaro nà vòta sì dicìa accussì”

Piccolo museo dei proverbi dialettali

gagliano_ditterii

Non poteva che partire da Candida Lobello (un’istituzione a Gagliano), in collaborazione con gli artisti Jeso Marinaro (in arte Mythos) e Daniela Paonessa, Monica Fortunato, Anna Veraldi scrittrice e poetessa catanzarese e Rosario Mercurio poeta dialettale ed esperto conoscitore del dialetto catanzarese, la simpatica iniziativa “Lascia nù ditteriu: nà vòta sì dicìa accussì”.

 

L’idea di Candida nasce per far sì che a Gagliano (il quartiere più antico di Catanzaro) venisse istituito l’angolo “du ditteriu” (del detto proverbiale), un angolo in cui sono state e verranno affisse le mattonelle riportanti citazioni dialettali catanzaresi, la cui finalità è di lasciare impresso sui muri del quartiere il dialetto di città.

 

I Lobello, proprietari dell’ultracentenario forno “U Gesaru” (il più antico di Catanzaro), sono rinomati per la realizzazione di lievitati di vario genere, sono inoltre da anni impegnati per far rivivere, anche e non solo nel passato, il loro quartiere del cuore attraverso le svariate iniziative intraprese negli anni.

Saranno loro ad omaggiare le piastrelle su cui riportare il vostro detto dialettale preferito.

 

Vediamo di sentire direttamente l’istitutrice di questa iniziativa:

Candida, come ti è venuta in mente questa pensata?

Tutto ciò che è scritto rimane memoria, quindi quale migliore occasione per creare un museo all’aperto delle frasi dialettali catanzaresi? E poi, per chi disprezza il dialetto….. penso sia molto più chic dell’italiano!

Possiamo vedere qual’è il tuo dittèriu?

“Si a’mbìdia fussèra guaddhèra…fossèranu guaddhèrusi tutti!”

Vuoi mostrarci un altro simpatico dittèriu?

Eccolo “Ppí llí pose sù bbòne sùlu chiacchiere e gazzose!”

 

Il forno U Gesaru allora vi aspetta per lasciare il tuo dittèriu: l’iniziativa è partita ieri ed andrà avanti fino………ad esaurimento mattonelle!

 

BC