Centro storico di nuovo galleria d’arte a cielo aperto

Confermata la II edizione

Torna e si annuncia ancor più coinvolgente e interessante “Arte in città”, la kermesse ideata e sostenuta dalla Camera di Commercio di Catanzaro e dalla sua azienda speciale Promocatanzaro con cui per cinque mesi corso Mazzini si trasformerà in una galleria d’arte a cielo aperto.

 

Piano di valorizzazione della città

Dal prossimo 15 settembre fino al 31 gennaio 2021, infatti, nuove installazioni artistiche troveranno posto nel cuore del capoluogo di regione, come già avvenuto nell’edizione 2019/2020, creando un percorso volto a valorizzare non solo le opere d’arte ma anche la città stessa:

«L’iniziativa “Arte in città” – ha spiegato Francesco Chirillo, presidente di Promocatanzaro – è stata, nella prima edizione, una fantastica sorpresa. Eravamo convinti che sarebbe stato un successo, certo, ma i risultati finali in termini di riscontro di pubblico e di critica sono andati ben oltre le nostre aspettative. La sfida, quindi, non è quella di riproporre semplicemente una seconda edizione, ma pensare a qualcosa di ancor più bello e attraente. “Arte in città” è un progetto a cui sia io che il presidente della Camera di Commercio Daniele Rossi e la sua Giunta teniamo particolarmente, perché l’arte e la bellezza sono un mezzo attraverso il quale si riesce a creare valore per il territorio. Dare nuovamente vita ad un progetto del genere, in piena ripresa dopo la drammatica emergenza sanitaria dovuta al coronavirus, vuole essere un segnale forte tanto alla città, quanto al comparto turistico».

 

Gli artisti della 2° edizione

Nelle prossime settimane saranno annunciati i nomi degli artisti le cui opere saranno esposte nel centro di Catanzaro.

Intanto, tra le novità della seconda edizione, è già certa la presenza di opere di cracking art, una delle più divertenti e stimolanti correnti artistiche degli ultimi anni caratterizzata da installazioni urbane di animali giganti e coloratissimi in plastica riciclabile, che andranno a riempire spazi e altezze, in orizzontale e in verticale, amplificando l’esperienza artistica e dando evidenza al contesto che li ospita.