Tamponamento a giudice, obbligo di presentazione per avvocatessa stalker

GIUDIZIARIA

tribunale catanzaro

Condanna per l’avvocatessa stalker ma  giudizio complessivo demandato al Tribunale di Salerno competente in materia.

Così si è espresso infatti  il giudice Pietro Carè al termine dell’udienza di convalida nei confronti della donna, Isabella Donato, 48 anni, nata in Australia ma residente a Stalettì (Catanzaro).

La sezione Gip-Gup del Tribunale di Catanzaro ha convalidato l’arresto avvenuto per il tamponamento volontario dell’auto di un magistrato di cui la donna si è dichiarata ‘follemente innamorata’ anche davanti ai Carabinieri intervenuti per i rilievi dell’incidente.

Oltre alla conferma dell’arresto il giudice ha disposto la misura cautelare dell’obbligo di presentazione della stessa (difesa dall’avv. Antonello Talerico) alla Polizia Giudiziaria tre volte a settimana. Inoltre anche il divieto di avvicinamento (Palazzo di Giustizia escluso tranne stanza ed aula di lavoro) alla vittima ed ai suoi congiunti piu stretti.

Essendo parte in causa quale vittima un magistrato della Corte d’Appello catanzarese il Tribunale ha altresi espresso la propria incompetenza disponendo la trasmissione degli atti al GIP del tribunale campano.