Stop and go, altra udienza “a vuoto”: si attendono carte fondamentali

(D.C.) – Nell’udienza definita interlocutoria (svoltasi stamani nel Tribunale Francesco Ferlaino di Catanzaro) nell’ambito del procedimento a carico di vari soggetti indagati per peculato – i quali secondo la tesi accusatoria si sarebbero appropriati di fondi comunitari destinati a finanziare il progetto ‘Stop and Go’, senza aver posto in essere alcuna concreta attività – non è ancora stato prodotto da parte dell’ufficio di Procura l’intero incartamento processuale.

Fatto su cui è stata sollevata un’eccezione, accolta dal giudice competente, già all’udienza preliminare del 19 ottobre scorso. Considerato però che il materiale richiesto non è ancora una volta stato prodotto, l’udienza preliminare in precedenza fissata per il 7 febbraio prossimo sarà di nuovo una ‘interlocutoria’. Sempre in attesa, appunto, che la pubblica accusa produca questo materiale, la cui mancanza determinerebbe un’indebita violazione del diritto di difesa costituzionalmente garantito.

Ecco allora che, solo dopo il vaglio di tali fondamentali documenti, potranno essere calendarizzate le discussioni degli avvocati. Il collegio difensivo è formato dagli avvocati Eugenio Perrone, Gregorio Casalenuovo, Maria Costa, Enzo Ioppoli, Giovanni Caridi, Salvatore Staiano, Maria Costa, Gianni Russano, Pamela Tassone, Giovanni Grotteria, Simone Rizzuto, Luigi Sciumbata e Francesco Laratta.

     

 

,

© Riproduzione riservata.

Fonte