Porto, firmata convenzione: in tre anni il collaudo

Cronoprogramma rigido con venti milioni di fondi e tre anni di tempo

Il sindaco Sergio Abramo ha firmato la convenzione con il dipartimento infrastrutture della Regione per il finanziamento e l’assunzione dell’impegno di spesa da 20 milioni di euro per il Porto.

Il cronoprogramma scandito dalla convenzione ha scadenze fisse: entro il 14 aprile 2018 bisognerà approvare l’aggiudicazione della procedura per l’affidamento dei servizi attinenti l’architettura e l’ingegneria; il 15 febbraio 2019 è la dead line per l’approvazione della progettazione esecutiva, il 16 aprile quella per la pubblicazione del bando di gara dei lavori; quindi, sempre nel 2019, il 15 luglio toccherà all’approvazione dell’aggiudicazione della procedura d’appalto, mentre due mesi dopo, il 16 settembre, alla stipula del contratto e alla consegna degli interventi. Il termine di esecuzione dei lavori (540 giorni) è fissato all’8 marzo 2021, il collaudo al 7 giugno, la rendicontazione finale al 5 agosto.

“Con questo atto può andare avanti l’iter per il potenziamento del Porto, che consentirà alla città di fare un consistente passo avanti sui piani turistico e produttivo terminando un’opera strategica che i catanzaresi aspettano da oltre mezzo secolo”, ha affermato Abramo.

Con la firma digitale posta in mattinata, l’intesa fra le amministrazioni comunale e regionale raggiunge un risultato fondamentale per l’effettivo miglioramento delle infrastrutture e delle attrezzature portuali e retroportuali attraverso interventi di realizzazione e adeguamento agli ultimi standard ambientali e di sicurezza, energetici e operativi.