Porto, Abramo manda un messaggio ‘velato’ ad Oliverio

Al porto di Lido incontro di Abramo con la stampa

Oltre cento barche allineate ai pontili, temperature alte, mare calmo. Caratteristiche prettamente estive per un ottobre ormai inoltrato che potrebbero consentire a Catanzaro una stagionalità turistica lunga al momento è del tutto assente.

Per questo motivo il sindaco Sergio Abramo ha tenuto un incontro con i giornalisti a pochi passi dalla infrastruttura, forse l’incompiuta per antonomasia del capoluogo.

Il primo cittadino, che era accompagnato dall’assessore e dal dirigente del settore patrimonio Mancuso e Ottaviano, ha comunicato che il Porto di Catanzaro avrà un suo circolo velico, finanziato dal Coni. Quella della città calabrese è una delle 183 proposte selezionate su tutto il territorio nazionale tra le 1681 pervenute al comitato.

Il progetto prevede la realizzazione di una “Casa Solidale della Vela” fronteggiante la banchina di riva, con aule didattiche, spogliatoi, spazi relax, deposito-officina, uffici e palestra e pontili galleggianti, comprendenti ausili dedicati all’imbarco/sbarco delle persone con ridotta mobilità.

L’opera nella sua sostanza ormai c’è – ha sostenuto Abramo con un messaggio neppure tanto implicito indirizzato al governatore Oliverio. I venti milioni che attendiamo dalla Regione – ha concluso serviranno a dare completezza ad una infrastruttura che ha già comunque un suo volto ed è pronta ad offrire il suo contributo allo sviluppo delle attività di turismo e di pesca della città che per quarant’anni ne è stata fortemente penalizzata.