La parola agli esperti: “Nessuna tromba d’aria, solo un ‘downburst'”

Il chiarimento di MeteoCatanzaro

accenno tromba2

Diciamo la verità: a guardare la foto del fenomeno; ma anche tante altre scattate nel pomeriggio sul repentino cambio delle condizioni meteo ci siamo un po’ tutti impressionati.

Nuvole gonfie e scure in cielo,  sprazzi improvvisi di sole alternati da forti scrosci di pioggia, temperatura giù di parecchi gradi.

In questo quadro incerto quella formazione strana in mare aperto davanti alla Marina di Catanzaro non è che infondesse molta tranquillità.

Per fortuna, in mezzo ai tanti cittadini preoccupati che hanno visto dal vivo il fenomeno o visto la foto sulla nostra Testata, si sono fatti avanti con civile autorevolezza alcune persone che studiano le condizioni meteo e che quindi hanno provveduto a rasserenare gli animi.

Nessuna tromba d’aria (ma si era scritto di accenno, che è ben altra cosa) alle 17 al largo di Catanzaro Lido – ha rassicurato Salvatore Lia di MeteoCatanzaro nonché collaboratore della Protezione Civile- Si è trattato di un muro di pioggia di forte intensità che si chiama appunto microburst. Lì infatti sono possibili raffiche di vento lineari ma non trombe d’aria, perché hanno caratteristiche molto diverse. Assieme al macroburst costituisce i due fenomeni del downburst”.

Sulla stessa linea anche la pagina denominata Stazione Meterologica S.Elia di Catanzaro che assevera la tesi del downburst.

Sarà che questo 2020 non sta certo trascorrendo tranquillo; sarà che dal vivo l’evoluzione del ‘microburst’ è molto diverso dal fermo di un’immagine; ma certo un accenno di istintivo timore (se non si è esperti di downburst) guardando la foto viene ancora spontaneo. O no?

LA FOTO NOTIZIA DI IERI 

foto copertina di Ezio Rotundo