Entro ottobre Psichiatria tornerà al Pugliese-Ciaccio, parola di Cotticelli

psichiatria

Il Servizio psichiatrico di diagnosi e cura resterà al Pugliese-Ciaccio. Lo ha assicurato il commissario dell’Azienda ospedaliera, Giuseppe Zuccatelli, nel corso di un incontro convocato dal sindaco, Sergio Abramo, a Palazzo De Nobili.

“Stiamo eseguendo i lavori per ristrutturare il reparto entro il mese di ottobre, i posti letto del Servizio torneranno al loro luogo d’origine per essere pure potenziati”, ha detto Zuccatelli spiegando che gli interventi finalizzati alla creazione del centro Covid nel padiglione di Malattie infettive dell’ospedale serviranno anche ad ampliare la dotazione della Psichiatria del Pugliese.

Frattanto in questi mesi il Servizio di urgenza ed emergenza continuerà ad essere svolto a Lamezia.

Alla riunione, che si è tenuta nella sala giunta, hanno partecipato responsabili o rappresentanti del competente dipartimento dell’Asp, del Coordinamento regionale delle associazioni di salute mentale, della Consulta del dipartimento di salute mentale e dipendenza, della Cgil area vasta e funzione pubblica Cgil e della Cisl Magna Graecia.

“La disponibilità dimostrata dal commissario Zuccatelli, che ha ascoltato le legittime preoccupazioni ed esigenze delle associazioni e delle organizzazioni sindacali – ha sottolineato Abramo – è servita a fissare alcuni punti fermi per il presente e il futuro di un servizio essenziale qual è quello rivolto ai pazienti psichiatrici.

La sinergia, in questo caso mirata soprattutto a garantire una risposta alle famiglie dei pazienti, è l’unica strada che si poteva percorrere per equilibrare le differenti necessità, da quella logistica per la ristrutturazione del reparto a quella sanitaria e di cura dei pazienti”.