Delitto Gentile, l’appello bis riduce da 16 a 12 anni la pena a Nicolas Sia

(ndl) Momenti di tensione in aula a Catanzaro dopo la sentenza d’appello bis sull’omicidio Gentile.

Il tribunale del capoluogo infatti ha rideterminato da 16 a 12 anni di carcere la condanna inflitta a Nicolas Sia, il giovane che uccise l’amico in una drammatica serata del 24 ottobre 2015..

     

Lo ha stabilito la Corte d’Appello di Catanzaro al termine del secondo processo di appello, che si è celebrato nuovamente dopo la sentenza della Cassazione che aveva annullato il primo.

La rideterminazione della pena è una conseguenza dell’indirizzo di bilanciamento espresso dalla Suprema corte in considerazione della ritenuta prevalenza della provocazione rispetto alle aggravanti.

I familiari della giovane vittima hanno dato in escandescenze per esprimere il proprio disappunto.

 

© Riproduzione riservata.

Fonte