Cristiano, giovane catanzarese telecronista della finale di Coppa

cristiano_giovanni

Vive da qualche tempo in Emilia ma è catanzarese verace oltreché tifoso giallorosso. Non tutti lo hanno riconosciuto qualche sera fa quando ai microfoni di ElevenSport ha commentato la finale di Coppa Italia di C tra la Ternana e la Juventus 23.

Un po’ di emozione, ma poi si è sciolto e con fluidità ed ottima dizione ha accompagnato la vittoria dei bianconeri per 2-1 sugli umbri, risultato che in qualche modo ha pure condizionato la prima del Catanzaro.

La chiamata è stata per me una sorpresa – ha detto a Catanzaro7 –  Sapevo che si sarebbe giocata a Cesena, nella regione in cui vivo, ma mai avrei pensato che potessi essere io a fare il telecronista. Il mio ringraziamento va chiaramente a Eleven Sports, che mi sta dando la possibilità di migliorarmi in quello che io definisco il lavoro più bello del mondo.

Commentare lo sport è da sempre stato il mio sogno, poter addirittura raccontare una Finale, con in palio un trofeo in uno stadio importante come quello di Cesena, è stato meraviglioso. A questo, poi, si aggiunge un altro dato storico: vale a dire il primo trofeo in Italia per una squadra “B”.

Peccato per le porte chiuse, che tolgono sempre qualche emozione, ma una Finale rimane una Finale, e io ho cercato di raccontarla come ho sempre fatto quando sono stato chiamato a raccontare di sport, ovvero con tanta passione.

Eleven Sports che già nel 2017 mi aveva dato la possibilità di lavorare come speaker tecnico alle Finali di Serie C che si disputarono allo stadio “Franchi” di Firenze e che videro la promozione in Serie B del Parma.

Quella di sabato è stata la mia 53esima telecronaca ufficiale tra calcio e volley, ma si è trattato in assoluto della mia prima finale “in cuffia”. E, come spesso accade alla fine di ogni match, non vedo l’ora di raccontare la prossima sfida.”

Bravo Giovanni, hai tempo e capacità per arrivare molto in alto!