Catanzaro, spacciano da un’abitazione del centro: un arresto e 3 denunce

Catanzaro, spacciano da un’abitazione del centro: un arresto e 3 denunce 3 Giugno 2020 I militari delle stazioni di Catanzaro Santa Maria e Tiriolo hanno nella mattinata di martedì 2 Giugno tratto in arresto, in flagranza di reato di detenzione fini spaccio di sostanze stupefacenti A. T. 31enne formalmente residente a Isca sullo Ionio ma domiciliato a Catanzaro e deferito in stato di libertà A. A. 28enne di Tiriolo e N. M. 25enne e K. C. 28enne entrambi del capoluogo.

L’Attività di indagine ho preso le mosse dalle attenzioni investigative che, inizialmente separatamente, la stazione di Tiriolo ha intrapreso nei confronti della ventottenne A. A., incensurato ma spesso notata assieme a noti pregiudicati recarsi nel capoluogo, e la Stazione di Catanzaro Santa Maria che, nel controllare alcuni noti tossicodipendenti dell’area Sud li aveva notati sempre più spesso recarsi verso i quartieri centrali della città. Le attività dei due reparti hanno portato alla medesima “fonte”, un appartamento della zona stadio di Catanzaro, che, sottoposto a controllo discreto, dapprima ha portato a fermare e controllare un giovane catanzarese che aveva appena acquistato 5 grammi di marijuana (e pertanto segnalato alla Prefettura quale assuntore di sostanze stupefacenti) e poi alla vera e propria perquisizione. Nell’abitazione, risultata in uso al 31enne ma dove venivano trovati anche gli altri tre, evidentemente correi dell’attività di spaccio, venivano rinvenuti oltre 315 Grammi di marijuana, materiale per il confezionamento e la pesatura, nonché la somma contante di 400 euro. Nelle abitazioni dei quattro sono poi state rinvenuti altro materiale nonché, nella casa di isca sullo ionio del 31enne, 16 piantine di marijuana in vegetazione. Per l’uomo è quindi scattato l’arresto in flagranza per detenzione ai fini di spaccio e produzione di sostanze stupefacenti mentre per gli altri tre il deferimento all’autorità giudiziaria catanzarese.
Redazione Calabria 7

   © Riproduzione riservata. Condividi

Fonte