Bandiere Verdi, 18 spiagge calabresi aspettano bambini di tutta Italia

AMBIENTE & TURISMO

C’è una classifica che vede la Calabria primeggiare in Italia. Si tratta di quella relativa alle bandiere verdi 2020.

Si, bandiere verdi, non le più conosciute bandiere blu: queste ultime sventolano sulle spiagge riconosciute dalla Fondazione per l’Educazione all’Ambiente quali acque più pulite ed incontaminate d’Europa; le spiagge con l’attribuzione di bandiera verde, invece, che nella maggior parte dei casi hanno già ricevuto la bandiera blu, soddisfano i criteri di balneabilità e sicurezza della zona, ma, a differenza delle spiagge “blu” ospitano strutture adatte alla balneazione dei bambini: acque limpide e poco profonde, spiagge sabbiose e non rocciose, presenza di personale specializzato in primo soccorso dei minori.

18 sono le spiagge calabresi insignite del riconoscimento, eccole provincia per provincia:

  • Catanzaro: Santa Caterina dello Jonio, Soverato e Squillace.
  • Cosenza: Cariati, Mirto Crosia-Pietrapaola e Praia a Mare.
  • Crotone: Cirò Marina-Punta Alice, Isola Capo Rizzuto e Torre Melissa.
  • Reggio Calabria: Bianco, Bova Marina, Bovalino, Locri, Roccella Jonica, Palmi, e Siderno.
  • Vibo Valentia: Capo Vaticano e Nicotera.

In questa speciale classifica, la Calabria si posiziona davanti alla Sicilia ed alla Sardegna che occupano a pari merito il secondo posto con 16 bandiere verdi conquistate. In terza posizione spunta la Puglia.

Le bandiere verdi verranno consegnate ufficialmente il 27 giugno durante la cerimonia di premiazione che si svolgerà ad Alba Adriatica in Abruzzo.

ALTRI PUNTI DI ORGOGLIO

La Calabria da qualche tempo è stata inoltre inserita nella Rough Guide, la guida inglese di culto per i viaggiatori che amano i luoghi fuori dai circuiti turistici di massa, che ne descrive “l’incomparabile ospitalità” e l’eccellente enogastronomia del territorio, classificandola tra le dieci mete al mondo da visitare, prima della Castiglia spagnola e delle Isole Scozzesi.

All’appeal turistico della regione risponde anche Airbnb che ha inserito la punta dello Stivale italiano tra le migliori mete da visitare. Secondo Airbnb, la Calabria è la regione italiana dove l’interesse dei turisti cresce maggiormente, facendo segnare migliaia di inclusioni nelle “wish list”.

Non resta allora che rimboccarsi le maniche e programmare una stagione estiva al di là delle difficoltà di sistema.

Bruna Critelli