Catanzaro, riapre il centro diurno per demenze della RaGi

ragi catanzaro

Il Centro diurno specifico per demenze della RaGi di Catanzaro riapre le porte dell’accoglienza ai suoi ospiti dopo circa tre mesi di chiusura a causa dell’emergenza Coronavirus.

“Per venire incontro alle esigenze di sicurezza di tutti gli ospiti e delle rispettive famiglie e per rispettare le norme stabilite dalla Regione Calabria per evitare i temuti contagi – è spiegato in una nota – l’ingresso, dal lunedì al venerdì, sarà consentito solo a 5 persone con demenze che potranno usufruire del centro per un totale di 5 ore giornaliere. Al loro fianco ci saranno specifiche figure professionali in un rapporto quasi individuale reso necessario per assicurare il giusto distanziamento sociale dal momento che, le persone con le demenze non possono indossare la mascherina.

La sicurezza parte sin dal primo mattino attraverso il trasporto per il centro effettuato con il pulmino che viene igienizzato in ogni sua parte grazie all’operato attento dell’autista Antonio Alì accompagnato dall’operatrice Debora Rubino. Anche il trasporto è stato ridimensionato ad un massimo di 3 pazienti. All’interno del centro – si legge ancora – ogni nuovo arredo è stato acquistato del materiale adatto per garantire la pronta igienizzazione ogni qual volta venga toccato dagli ospiti, tutte le attività terapeutiche sono state ripensate e rimodulate per fare in modo che ogni momento trascorso nel centro potesse ritrovare la sperata normalità”.